We are apologize for the inconvenience but you need to download
more modern browser in order to be able to browse our page

Download Safari
Download Safari
Download Chrome
Download Chrome
Download Firefox
Download Firefox
Download IE 10+
Download IE 10+

Ciao mondo/Hello world!

Tonina Asci / Pittura, Scultura, Decorazione / Maestra d’ArtePainting, Sculpture, Decoration / Master of Art

Stavo pensando ad alcuni lavori di arte che ho visto ultimamente vagando su e giu per internet, e riflettevo sulle sensazioni che ho provato nel guardarle; grande stupore e ammirazione per le capacità tecniche che molti giovani accademici e non, hanno, grande fantasia nelle realizzazioni, equilibrio dei colori….ma il sapore finale, quello che mi è rimasto nella bocca, è un sapore inesistente per le situazioni raccontate senza che da esse scaturisca un qualsiasi sentimento: gioia , dolore, allegria…..nulla. Per fortuna però molti ce ne sono che vivono l’arte per amore della bellezza, della stessa vita. Mi viene in mente a proposito il discorso agli artisti fatto da papa Giovanni Paolo II nel 1999 e in particolare la parte dove parla della bellezza, io la condivido e sono certa che siamo in molti e questa certezza spero non sia solo la mia.“ … La differente vocazione di ogni artista, mentre determina l’ambito del suo servizio, indica i compiti che deve assumersi, il duro lavoro a cui deve sottostare, la responsabilità che deve affrontare. Un artista consapevole di tutto ciò sa anche di dover operare senza lasciarsi dominare dalla ricerca di gloria fatua o dalla smania di una facile popolarità, ed ancor meno dal calcolo di un possibile profitto personale. C’è dunque un’etica, anzi una « spiritualità » del servizio artistico, che a suo modo contribuisce alla vita e alla rinascita di un popolo. Proprio a questo sembra voler alludere Cyprian Norwid quando afferma: « La bellezza è per entusiasmare al lavoro, il lavoro è per risorgere “.

I was thinking of some works of art that I have seen lately wandering up and down the internet, and reflecting on the sensations I felt in looking at them; great amazement and admiration for the technical skills that many young academics and non-academics have, great imagination in the achievements, balance of colors… .but the final flavor, what remained in my mouth, is a non-existent flavor for the situations told without from them comes any sentiment: joy, pain, joy… .. nothing. Fortunately, however, there are many who live art for the sake of beauty, of the same life. I am reminded of the speech made to artists by Pope John Paul II in 1999 and in particular the part where he talks about beauty, I share it and I am sure there are many of us and I hope this certainty is not only mine. “… The different vocation of each artist, while determining the scope of his service, indicates the tasks he must undertake, the hard work he must undergo, the responsibility he must face. An artist aware of all this also knows that he has to work without letting himself be dominated by the search for fatuous glory or the craving for easy popularity, and even less with the calculation of a possible personal profit. There is therefore an ethics, or rather a “spirituality” of the artistic service, which in its way contributes to the life and rebirth of a people. Precisely to this Cyprian Norwid seems to want to allude when he says: “Beauty is to excite at work, work is to rise again”.

Facebook commenti/comments

  • Commenti recenti